mercoledì 23 gennaio 2019

Take your time...

Il mio 2018 di corsa...come descriverlo....sicuramente diverso dagli anni precedenti.
Dopo il forzato cambio di lavoro (per me e altri colleghi), dovuto a loschi personaggi, furfanti e banditi della mia vecchia società EPS di Novara (dal presidente a tutti i suoi collaboratori conniventi), la nuova esperienza lavorativa da subito si dimostra molto più impegnativa, sottraendo energie fisiche e mentali, nonché serenità, dovuta anche agli strascichi della situazione precedente ('monetari' con cifre cospicue rubate dall'Elettra e che ancora devo percepire, avvocati, sentenze ecc. ecc.)
La corsa rimane un punto fisso, un grosso antistress e una sempre piacevole 'occupazione', ma con nuovi spazi e tempi da prendere.
Pochissime gare, con poca voglia di prepararle, ma comunque tante uscite tra le campagne di paese e non solo, fin dalla mattina alle 6 o la sera dopo lavoro.
Riguardo ai trail, la mia passione, anche in questo caso dislivelli e sentieri ridotti....appena posso mi butto nel parco del Ticino, in cui conosco mille passaggi tra i boschi, in cui divertirmi.
Qualche corsa con amici soprattutto in allenamento, Max, 'Maradona", Raffaele.
Bello vedere la passione per la corsa dei compagni di Novara che Corre, tra mezze maratone, maratone e ultra.

Io alla fine del 2018 arrivo a un soffio dai 2000km nell'anno, direi un ottimo risultato, con l'opportunità di correre durante le trasferte lavorative in posti nuovi e suggestivi, come Poppi in Toscana, lungo l'Arno e su fino al Castello nel borgo, a Boario Terme, in Finlandia tra neve e ghiaccio, a Mosca in una città fantastica visitata praticamente correndo.

Qualche gara, per lo più manifestazioni di paese con percorsi non troppo lunghi, con una bella soddisfazione per la vittoria alla Fluorun di Novara, dove, iscritto da Barbara insieme ai nipotini, partecipo con la solita voglia di far bene.
Mi trovo già dall'inizio a tallonare i primi 3 correndo nel centro città di Novara, fino a sorpassarli ad uno ad uno e rientrando nel pave' finale di Corso Cavour, con la sola macchina apripista a precedermi e arrivare primo sotto il gonfiabile tra i novaresi presenti  quella sera in centro città. Bellissimo.


Una nota relativa alle scarpe che uso su strada e in campagna in allenamento: le Brooks Ghost 10 sono ottime, molto comode e con una durata molto lunga (un paio sono durate per 1000km e l'atro 1200km..lo so e' troppo..ma non me ne ero accorto, perché erano ancora in ottimo stato)

Il 2019?....spero di correrlo sempre divertendomi, magari con qualche gara in più e qualche trail in cui sudare....





















  




Nessun commento:

Posta un commento