venerdì 6 gennaio 2017

La gara...la scelta migliore

Quattro i gradi sotto zero questa mattina, alla partenza della classica Corsa della Befana, svoltasi a Galliate.
Circa 400 i partecipanti.
Potevo andare a correre ieri sera, al buio, o partecipare alla gara questa mattina, anche se non mi sento a posto fisicamente.
L'attrattiva di una gara che conosco e che mi piace, ha la meglio; so inoltre che avrei incontrato molti amici allo start, Max, Raffa, Luca...
La prospettiva è quella di fare un buon allenamento, obiettivamente non sotto ai 4'40''/km anche perché faccio fatica a tenere i 4'50'' e la contrattura stessa si fa ancora un po' sentire.
Partenza al sole, con tiepido calore; da subito noto che la gamba non duole e va piuttosto bene.
I primi 3km scorrono tra asfalto e campagna sotto i 4'30''/km, sospinto dal gruppo, dall'agonismo e dalla voglia di scacciarmi dalle spalle un'annata di m....
Si passa per un bel tratto su sentiero nel bosco, poi la salita del cavalcavia della riseria in cui passo un paio di concorrenti, adoro le salite.
Ritmo pressoché costante intorno ai 4'35''/km, anche se la mancanza di forma fisica comincia a presentare i conti.
Ma là in fondo si vede il castello, una volta raggiunto si entra nel fossato e qui la parte più bella, un giro completo tortuoso all'interno dello stesso, sorpasso un podista sulla salitina finale e concludo 64esimo a 4'34'/km i 10,7km registrati.
Contento? Contentissimo, per mille motivi e scelta giusta, molto meglio di un buio allenamento serale...e felice all'arrivo, in cui nella mia mente do' idealmente un bel calcio all'annata appena trascorsa.


3 commenti:

  1. Alè, alè, alè che il peggio è alle spalle!!
    In bocca al lupo per il proseguo della tua stagione podistica ;)

    RispondiElimina